“Sii turista della tua città” #Londra #1 : Il tè, un rito irrinunciabile


Cari lettori,
è da qualche settimana che ci penso su. Qualche giorno fa vi ho proposto – con “Una foto, un pensiero” – un nuovo appuntamento che, senza una cadenza fissa o specifica, mi permetterà di coniugare scrittura e fotografia.
Da un po’ di tempo rifletto che mi piacerebbe condividere con voi anche qualcosa delle “mie città“, cogliendo l’invito di una giovane associazione di miei conterranei (“Sii turista della tua città“) ad approcciare con rispetto, curiosità e stupore gli ambienti urbani in cui viviamo, cercando di vivere l’esperienza cittadina con gli occhi del turista il quale, osservandola per la prima volta, non può proprio fare a meno di ammirarne la bellezza e i tratti peculiari.
Ebbene, ho deciso di inaugurare un nuovo ciclo di post che prenderà il nome da questa bella iniziativa tutta campana, focalizzandomi di volta in volta su luoghi e punti di attrazione conosciuti (e meno conosciuti), sulla cultura autoctona e su tutto ciò che il mio sguardo riuscirà a cogliere.
Spero vorrete seguirmi in questa bella avventura! 🙂
Per cominciare, il primo post lo dedico a #Londra e a quella che, converrete, è la bevanda inglese per eccellenza: il tè.

Buona lettura e a presto!

divisore

Che abbiate fatto dell’Inghilterra la vostra dimora stabile o siate solo di passaggio, il vostro (seppur non spiccato) spirito di osservazione vi avrà fatto sicuramente rendere conto di come, per gli Inglesi, quello del tè sia un vero e proprio culto, un appuntamento quotidiano a cui non si può proprio rinunciare. Lemon e ginger, miele e vaniglia, rooibos africano (tè rosso), fragola, mango, mandarino e arancia, lampone e sambuco, mirtillo, mela, i tea-addicted qui hanno solo l’imbarazzo della scelta.

Forse non tutti sanno che la tradizione del tè pomeridiano affonda le proprie radici agli inizi del XIX secolo ed è legata al nome di Anne Stanhope, duchessa di Bedford. Si racconta infatti che un pomeriggio, colpita da un attacco di ipoglicemia, la nobildonna chiese ad una sua domestica di portare nel suoboudoir pane, burro, un dolce avanzato e del tè. Da quel momento, quell’imprevisto spuntino tra pranzo e cena divenne una gradita consuetudine della classe dirigente. Un’abitudine che dapprima contagiò l’intera nobiltà, fino ad arrivare in poco tempo anche alle classi meno abbienti, segnando la nascita dei cosiddetti “Tea Clubs”. Venne successivamente a determinarsi una distinzione tra l’High tea della working class (pasto sostanzioso composto da pane, verdure, formaggio e, occasionalmente, anche carne, accompagnato da una fumante tazza di tè) e l’Afternoon Tea della classe aristocratica, uno spuntino appunto, composto da tè e dolci. Il primo veniva consumato ad un classico tavolo alto (da cui “high”), a differenza del secondo, sorseggiato dagli aristocratici su poltrone basse o comodi divani.

!pretty-tea-time-background_23-2147537767

Nel paese che vanta un consumo di circa 48 miliardi di tazze da tè ogni anno, il tè si beve col latte o con il limone: sebbene oggi si prediligano le più pratiche teiere in alluminio, in passato il tè veniva servito in finissime porcellane e il latte freddo aiutava ad abbassare la temperatura della bevanda e ad evitare che la porcellana si spaccasse; quella del limone è invece un’usanza moscovita. Nel lungo viaggio dall’India alla Russia, le foglie da tè avevano la tendenza ad inacidirsi e il succo di limone veniva utilizzato al fine di nasconderne il brutto sapore.

Il quotidiano The Independent ha stilato una lista delle 50 migliori tea-rooms di Londra, molte delle quali lussuose e sofisticate. Qui  si cerca di richiamare l’atmosfera tipica di questi famosi luoghi di ritrovo non solo riproducendo i menù più classici, ma anche riproponendo il gusto e lo stile di tempi passati, partendo dall’arredamento fino ad arrivare alle uniformi delle cameriere che indossano costumi d’epoca.

Un’esperienza particolare che, anche se di passaggio in quel di Londra, non potete proprio non fare.

Annunci

2 pensieri riguardo ““Sii turista della tua città” #Londra #1 : Il tè, un rito irrinunciabile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...