Ti racconto una canzone, per aiutare chi voce non ha


Buongiorno a tutti voi e buon sabato. 🙂

Oggi desidero parlarvi di un progetto che mi sta molto a cuore, qualcosa che ha visto amalgamarsi senza difficoltà una causa importante, una stretta collaborazione e la mia forte passione per la scrittura. Una raccolta a scopo benefico che dopo lunghi mesi di gestazione e tanto lavoro oggi è finalmente apparsa su Amazon e tutti gli altri store online: “Ti racconto una canzone“.

Esiste al mondo una forza, misteriosa e primordiale, con cui tutti noi ogni giorno – talvolta anche più volte al giorno – entriamo in contatto. Una forza capace di scuotere le nostre anime, che accompagna le nostre gioie e allevia i nostri dolori. Una forza che può diventare musa ispiratrice, compagna irrinunciabile, amica briosa, consolazione silenziosa: la Musica.

Ognuno di noi ha una o più playlist del cuore; elenchi di canzoni composte da ritmi variabili e voci diverse tra loro, colonne sonore della nostra unica, irripetibile esistenza.

La Musica è quella compagna che è stata testimone dei momenti più importanti della nostra crescita: era nelle musicassette dei nostri primi compleanni, nelle canzoni che tentavamo di registrare alla radio nel periodo delle prime cotte e delle prime delusioni, nelle lunghe estati caldissime con gli amici di sempre al bar di fronte il bagnasciuga, nel lettore CD da cui non ci staccavamo mai e infine, ancora oggi, nelle note strampalate che intoniamo con scarso successo mentre siamo nel traffico e rischiamo di far tardi a lavoro.

Qualsiasi sia stato l’evento da celebrare, ricordare o – in casi dolorosi – rimuovere, la Musica era là: nella melodia di un pianoforte, nella voce talentuosa di un artista, nel soffio di un flauto durante una recita scolastica, nella dolce ninna nanna della mamma o della nonna. Suoni, emozioni e parole: un concentrato di vita, una risorsa inesauribile di benessere, un forte motivo di aggregazione e condivisione. La Musica è questo e tanto, tanto di più.

È proprio per l’indiscutibile valore e le poliedriche forme che la Musica può assumere nella mente e nel cuore di ognuno di noi che gli autori di questa raccolta hanno scelto di utilizzare proprio le canzoni per loro significative come ispirazione ai racconti che vanno a comporla. Storie in cui si mescolano realtà e fantasia, immaginazione e sogni, speranze e delusioni, gioie e patimenti. Storie che prendono spunto da una rima, una semplice frase, un ritornello, un personaggio, un messaggio nascosto ma che la Musica è stata in grado di far arrivare dritto al cuore.

Ti racconto una canzone - cover

Otto brevi racconti che traggono ispirazione da quella canzone che non possiamo proprio fare a meno di ascoltare, quella di cui conosciamo a memoria tutte le parole, quella che riconosciamo alla radio alla prima nota, quella che ci ha fatto sognare di vivere una realtà diversa o quella, invece, che sembra essere stata composta per raccontare la nostra storia, i nostri sentimenti e le emozioni a cui non sempre riusciamo a dare voce.

[Gli autori partecipanti e i titoli dei loro racconti]

L’eco del mare” – Annalisa Caravante
Un cuore a canestro” – Alessandra Cigalino
Il risvolto della medaglia” – Valentina Coppola
La strada della morte” – Gianluca Ingaramo
Come mia madre” – Antonella Maggio
La curva del perdono” – T.S. Mellony
Il cielo in una stanza” – Miriam Messina
Il coraggio di sognare” – Annarita Tranfici

Tuttavia, la raccolta che vi apprestate a leggere non è stata concepita con un fine puramente artistico e ludico. Essa, infatti, è nata con il preciso scopo di sostenere – non solo moralmente quanto economicamente – un’associazione i cui volontari da anni si impegnano, nel silenzio ma con grande passione e determinazione, ad alleviare le sofferenze delle persone affette da una patologia forse troppo poco conosciuta, che prende il nome di Teleangectasia Emorragica Ereditaria (HHT).

La Teleangectasia Emorragica Ereditaria, (HHT) è anche nota come Sindrome di Rendu Osler Weber. È una patologia genetica rara con trasmissione autosomica dominante la cui mutazione genetica si rende responsabile di malformazioni artero-venose (MAV) a carico degli organi principali (polmoni, cervello, fegato, tratto gastro-intestinale) e delle teleangectasie muco- cutanee (viso, lingua, mani, padiglioni auricolari, labbra). Il sintomo più evidente di questa patologia è l’epistassi che colpisce il 90% degli affetti e che può manifestarsi con diversa intensità e frequenza tra i soggetti anche nella stessa famiglia. Insieme al sanguinamento gastrointestinale è responsabile della grave anemizzazione in questi pazienti. Le complicanze più gravi sono invece date dalle MAV cerebrali e polmonari che, se non diagnosticate in tempo, costituiscono un grave pericolo per la vita stessa dei pazienti. L’HHT colpisce 1 persona ogni 5000. Statisticamente in Italia si dovrebbero avere circa 12 mila persone affette da questa patologia, ma al momento sono seguiti meno di 1200 pazienti. Questo significa che la malattia è misconosciuta comportando molto spesso un ritardo della diagnosi come dimostra un importante studio del Policlinico di Bari dal quale si evince come un paziente HHT impiega in media 30 anni per ricevere una diagnosi corretta dei propri sintomi.

Tutti gli autori dell’antologia “Ti racconto una canzone” hanno deciso all’unanimità di destinare il totale dei proventi derivanti dalla vendita all’associazione HHT Onlus, che da oltre dieci anni rappresenta tutti i pazienti affetti da questa patologia e si impegna a promuovere la diffusione capillare della conoscenza della malattia e la ricerca di una cura.

Un’antologia che si pone come obiettivo quello di “sfruttare” la scrittura per uno scopo più alto, che si prefigge di regalare non solo svago, piacere e fuga dalla realtà, ma anche qualcosa di concreto; un’opera che si carica di un’ambizione ancora più grande, quella di sostenere un’associazione certamente capace di amministrarne i frutti in maniera corretta e proficua. Un’idea semplice ma traboccante di buoni propositi, che alle parole vede mescolarsi, in maniera omogenea, un progetto fotografico che mira ad arricchirne le potenzialità proponendo nuove modalità espressive.

Un ringraziamento a tutti i lettori che sceglieranno di acquistare questo volume all’apparenza semplice, ma estremamente particolare. Speriamo col cuore che gradirete il frutto del nostro lavoro, apprezzando ogni singola storia assieme alle persone che più amate.

Grazie per questo dono che avete scelto di fare a tutti noi e che, siamo sicuri, arricchirà anche voi.

Buon fine settimana e a presto!

Annarita

[L’immagine in evidenza è parte dell’archivio di immagini gratuite disponibili su Freepik]

Annunci

2 thoughts on “Ti racconto una canzone, per aiutare chi voce non ha

  1. L’ha ribloggato su In Nomine Artis – Il Ritrovo degli Artistie ha commentato:

    Oggi vorrei segnalarvi l’uscita di un’antologia a scopo benefico, il cui ricavato andrà devoluto in beneficenza all’associazione HHT Onlus, che da oltre dieci anni rappresenta tutti i pazienti affetti da Teleangectasia Emorragica Ereditaria (HHT – anche nota come Sindrome di Rendu Osler Weber) e si impegna a promuovere la diffusione capillare della conoscenza della malattia e la ricerca di una cura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...